Ospedale di Giarre, la conferenza dei sindaci approva atto Asp

Il sindaco D'Anna:"Ulteriore passo avanti verso la riapertura del pronto soccorso"

Si è svolta ieri pomeriggio, presso l’Aula Consiliare del Palazzo di Città del Comune di Catania, la Conferenza dei Sindaci riunita per discutere ed esprimere parere sull’atto aziendale elaborato dall’ASP di Catania che nei fatti recepisce il Decreto Assessoriale Razza n. 22 del 11/01/2019. Al termine dell’incontro il Sindaco Angelo D’Anna ha rilasciato la seguente dichiarazione: “ nel ringraziare il Presidente della Regione Nello Musumeci e l’ Assessore Regionale della Salute Ruggero Razza, esprimo grande soddisfazione poiché l’atto aziendale approvato rappresenta sul piano formale un ulteriore passo verso l’apertura del Pronto Soccorso nel Presidio di Giarre, da oggi definibile come Presidio Ospedaliero di Base “San Giovanni di Dio e Sant’Isidoro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La battaglia che si conduce sul territorio da oltre 10 anni a seguito del graduale costante depotenziamento del P.O. di Giarre e culminato nella chiusura del Pronto Soccorso sta finalmente dando i propri frutti grazie alla politica regionale che finalmente ha dato seguito alle istanze di un territorio che necessitava di una struttura di vera emergenza urgenza”. Ringrazio il Direttore Generale Dott. Maurizio Lanza per la disponibilità offerta in questi mesi nel cercare un continuo confronto con le istituzioni locali in questo tortuoso e delicato percorso. Siamo fiduciosi che si passerà presto alla fase operativa vera e propria, che vedrà la ristrutturazione dei locali, il reperimento del personale medico e infermieristico che preoccupa stante una diffusa carenza di personale, l’acquisto delle nuove strumentazioni indispensabili per la riapertura del P.S. e l’attivazione dei quasi 70 posti letto suddivisi nei reparti di Chirurgia Generale (6), Medicina Generale (12), Ortopedia e traumatologia (8), Psichiatria SPDC (15), Recupero e Riabiltazione, Lungodegenza (16). Da colloqui e ragionamenti informali intercorsi durante un incontro avuto lo scorso venerdì 20 settembre al quale ha partecipato anche un nostro Consigliere Comunale, abbiamo chiesto, durante la conferenza due/tre ulteriori posti letto da destinare al Recupero e Riabilitazione. Desidero sottolineare che il mantenimento a Giarre del Reparto psichiatrico è una proposta avanzata dalla nostra Amministrazione Comunale avendo percepito l’importanza delle caratteristiche dei locali e la qualità del servizio già offerto sul territorio che si arricchirà ulteriormente con l’attivazione del Pronto Soccorso. L’offerta psichiatrica con la presenza attiva del DSM che svolge un’importante azione di prevenzione, sarà quindi completa. Tutto ciò per noi rappresenta un punto di partenza poiché attendiamo l’operatività e l’apertura fisica delle strutture di emergenza nel nostro presidio ospedaliero e dei reparti. Continueremo con i colleghi Sindaci ed i Consiglieri del Distretto Sanitario n.17 coinvolti a supportare l’azione dell’ASP e a verificare, da subito, quali altre specialità si potranno portare a Giarre per caratterizzare e valorizzare ulteriormente il nostro Ospedale”. Di grandissima rilevanza è certamente anche la formalizzata indipendenza sanitaria-gestionale di Giarre, recepita nell’atto aziendale approvato. Spariscono gli ospedali riuniti che hanno di fatto relegato l'ospedale giarrese ad una sorta di dependance del nosocomio di Acireale a seguito del continuo trasferimento di risorse umane e materiali. Siamo fiduciosi che il percorso intrapreso sia finalmente il ritorno di una sanità quanto più adeguata alle esigenze del territorio jonico-etneo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Via Leopardi, carabinieri scoprono un "buco" che collegava una casa disabitata ad una banca

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento