rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Disposta un'indagine conoscitiva sugli allagamenti dell'ospedale Garibaldi-Nesima

Bisognerà accertare se alcune recenti costruzioni abbiano modificato il terreno circostante, impedendo il regolare deflusso dell'acqua. La cementificazione è uno dei fattori che contribuisce all'aumento esponenziale del rischio allagamenti

I relazione agli allagamenti verificatisi all'ospedale Garibaldi-Nesima durante l'ondata di maltempo dei giorni scorsi, l’assessore comunale con delega all’Urbanistica Enrico Trantino ha diffuso una propria nota per rispondere all'interrogazione presentata da alcuni consiglieri comunali. “L’amministrazione Pogliese ha disposto nell'immediatezza degli eventi un'indagine conoscitiva per verificare cosa abbia provocato il riflusso dell'acqua in direzione dell’ospedale. In particolare, è stato chiesto di accertare se vi siano stati interventi edilizi che abbiano ostruito la canalizzazione delle acque nel fiume Acquicella e se gli stessi siano stati eventualmente realizzati in base a regolari autorizzazioni e in conformità ad esse. Informeremo gli organi competenti e la città dell'esito di questi approfondimenti”.

La struttura sanitaria ha subito diversi danni a causa dell'allagamento, pur continuando ad operare in una situazione emergenziale. L'acqua ha invaso il piano terra, divenuto in breve tempo inagibile. Bisognerà accertare, adesso, se alcune recenti costruzioni abbiano modificato il terreno circostante, impedendo il regolare deflusso dell'acqua. La cementificazione è uno dei fattori che contribuisce all'aumento esponenziale del rischio allagamenti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disposta un'indagine conoscitiva sugli allagamenti dell'ospedale Garibaldi-Nesima

CataniaToday è in caricamento