Uil: il pronto soccorso Garibaldi Catania sta "scoppiando"

Lo rende noto il segretario della Uil Fpl di Catania Stefano Passarello

"Al pronto soccorso dell'ospedale Garibaldi di Catania servirebbero 29 medici a fronte dei 17 attualmente in servizio, servirebbero 60 infermieri, ma ce ne sono solo 31. Non va meglio negli altri nosocomi che restano sempre intasati. Il Garibaldi sta scoppiando. A questo punto chiediamo all'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza di intervenire e di farlo urgentemente". Lo afferma il segretario della Uil Fpl di Catania Stefano Passarello. "Da tempo lo abbiamo denunciato e siamo seriamente preoccupati - aggiunge Passarello - se non si interviene subito potenziando il numero di dottori e infermieri nei pronto soccorso, questi rischiano di scoppiare. Occorre aumentare gli spazi di quelli esistenti, assumere personale e soprattutto aprire una volta per tutte il pronto soccorso del Policlinico dove sono stati spesi milioni di euro che - sottolinea il sindacalista - se non verrà aperto rischiano di restare un investimento vuoto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento