Ospedale Garibaldi, il vento fa crollare il tetto del Pronto soccorso

Il forte vento che da questa notte si è abbattutto sulla città ha provocato diversi danni. Tra questi il crollo del tetto del reparto di Osservazione breve intensiva dell'ospedale Garibaldi di Catania

Il forte vento che da questa notte si è abbattutto sulla città ha provocato diversi danni. Tra questi il crollo del tetto del reparto di Osservazione breve intensiva dell'ospedale Garibaldi di Catania. Come testimonia una foto pubblicata su Facebook da una paziente del pronto soccorso, a cedere sono stati alcuni pannelli di cartongesso in un momento in cui non transitava nessuno.

"Mentre eravamo seduti all’interno della sala - spiega la testimone - il tetto ha ceduto improvvisamente ed inspiegabilmente a causa di una forte raffica di vento. Tengo a precisare che la sala è al chiuso. Per fortuna nessun ferito. Ma tanto spavento. Vergognoso. Nemmeno all’interno di un pronto soccorso si può stare al sicuro".

Il vento ha divelto un pino secolare che si trovava in un cortile interno, in una delle zone non accessibili al pubblico. Nessun danno invece nell'ospedale Garibaldi Nesima. Lo precisa una nota dell'ufficio stampa l'Azienda ospedaliera Garibaldi. La direzione sanitaria e l'Ufficio tecnico dell'azienda sono subito intervenuti ripristinando immediatamente, anche grazie al supporto delle squadre di emergenza, l'ordinaria fruibilità dei servizi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il direttore generale dell'Arnas Giorgio Santonocito, rammaricato per la perdita dell'albero, che caratterizzava l'ingresso del nosocomio, ha espresso il suo apprezzamento "a quanti si sono prodigati per l'immediato intervento, che ha consentito di non intralciare le attività sanitarie, in questi giorni ingolfate da un massiccio afflusso di pazienti a causa della diffusa sindrome influenzale di questa stagione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento