Ospedale Garibaldi: prelievo multiplo di organi

a donatrice è una donna di 30 anni che era ricoverata dal 17 giugno scorso per i postumi di un incidente stradale avvenuto mentre era su una moto

Prelievo multiplo di organi è stato eseguito nel reparto di rianimazione dell'ospedale Garibaldi di Catania. La donatrice è una donna di 30 anni che era ricoverata dal 17 giugno scorso per i postumi di un incidente stradale avvenuto mentre era su una moto.

Il cuore è stato già trapiantato all'Ismett di Palermo; i reni sono stati affidati uno al Policlinico di Catania e l'altro al Civico di Palermo. Il fegato, grazie alla tecnica dello split liver che consiste nella separazione del fegato del donatore in due parti, sarà impiantato su due pazienti: un bambino ricoverato all'Ismett di Palermo e uno ricoverato all'istituto Spallanzani di Roma.

"Questo è il settimo prelievo di organi che si realizza nei primi sei mesi nella nostra rianimazione - sottolinea Sergio Pintaudi, primario del reparto - un impegno il nostro che trova riscontro nell'accresciuta solidarietà sociale da parte dei catanesi che in questi anni stanno contribuendo in maniera determinante alla crescita della nostra Regione in un settore, quello trapiantologico, che finalmente non ci vede più relegati tra gli ultimi posti in Italia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento