Ospedale di Giarre, sindaci in presidio per evitare ridimensionamento

La decisione è maturata nel corso del vertice fra gli amministratori locali. A partire dall'8 marzo sindaci in presidio

Dalla prossima settimana i dieci sindaci del "distretto socio-sanitario 17" presidieranno stabilmente l’ospedale di Giarre. La decisione è maturata nel corso del vertice fra gli amministratori locali che si è tenuto stamane al municipio della città jonica, capofila della ripartizione. "Per il prossimo lunedì 7 marzo – spiega il sindaco di Giarre Roberto Bonaccorsi –convocheremo nella struttura ospedaliera la direzione dell’Asp di Catania e chiederemo conto delle iniziative che dovranno attuarsi nell’immediato, specie dal punto di vista del ripristino di servizi e dei livelli d’assistenza del presidio di via Forlanini".

"Abbiamo poi concordato che da martedì 8 marzo tutti noi sindaci garantiremo un nostro quotidiano presidio in ospedale per monitorare costantemente l’attuazione di quanto verrà stabilito e di quanto promesso dalla regione. L’ho ribadito più volte ed anche durante l’ultimo nostro incontro con il presidente Rosario Crocetta: il tempo delle promesse sul futuro del nostro ospedale è finito – aggiunge ancora il primo cittadino – chiediamo la realizzazione concreta del rilancio della struttura più volte prospettatoci e finora inattuato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento