Palanesima, furti e devastazioni continuano: "Sempre più vandalizzato"

L'immagine si ripete ormai immutata da anni. La mega struttura sportiva, nata per celebrare eventi di portata internazionale, assume ormai i contorni di un vero e proprio mostro di cemento. Il consiglio della quinta municipalità ha effettuato un sopralluogo: "Ancora furti negli ultimi mesi" dichiarano Serrano e Felicioli

L’immagine si ripete ormai immutata da anni. Il Palanesima, nato per celebrare eventi sportivi di portata internazionale, assume ormai i contorni di un vero e proprio mostro di cemento all’interno del quartiere Nesima. E quel lontano 2003, anno durante il quale vengono disputate le gare di scherma dei Mondiali Militari, resta un ricordo remoto e quasi irrangiungibile.

Lo spettacolo a cui si assiste oggi è raccapricciante e, negli ultimi mesi, le condizioni dell’interno sono ulteriormente degenerate. La struttura viene di giorno in giorno sempre più vandalizzata. Gli stessi residenti della zona, di tanto in tanto, avvertono rumori e fragori improvvisi, segno che i furti non hanno mai fine.
Il consiglio della quinta municipalità ha deciso di tenere una seduta di consiglio proprio all’interno della mega struttura sportiva. “Allertati dai residenti che continuamente segnalano tentativi di furto – spiega il vicepresidente Maria Grazia Felicioli – abbiamo voluto accertarci delle reali condizioni in cui versa l’impianto al momento”. “Negli ultimi mesi – continua Felicioli – le condizioni sono ulteriormente peggiorate. Circa una decina di giorni fa sono state divelte e distrutte tutte le vetrate e le strutture in ferro dell’interno sono pronte per essere asportate e rubate”.

Guardando attentamente l’interno si nota come non esistano più seggiolini sugli spalti, tanto che l’edificio sembra assumere un aspetto di sterminata distesa bianca, ricoperta di polvere e detriti. Una “cartolina” di totale distruzione. La seduta di consiglio e il sopralluogo effettuato arriva dopo gli ultimi episodi e tentativi di furto, testimoniati dalla gente del luogo.

L’idea, spiegano il presidente della quinta municipalità Orazio Serrano e Maria Grazia Felicioli, “è quella di dotare il plesso di una sorveglianza, telecamere o una sentinella all’ingresso, per provare a salvare il salvabile: la situazione sta infatti sempre più precipitando fino ad arrivare ad un punto di non ritorno”. Intanto manca solo un anno e il Palanesima toccherà i 20 anni dalla nascita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento