Palasport Acireale, Regione risolve il nodo: rinegoziato il mutuo

Individuata la possibile soluzione affinché la struttura resti un bene pubblico

Individuata la possibile soluzione affinché il Palasport di Acireale resti un bene pubblico. Grazie alla sinergia tra il governo della Regione e l’Irfis, infatti, il Comune potrà rinegoziare l’originario mutuo a nuove e più vantaggiose condizioni, che gli consentiranno di restare proprietario della struttura. In questo modo, si eviterà che l’immobile possa essere messo all’asta, dopo il fallimento dell’azienda costruttrice e che aveva la concessione per la gestione trentennale, ormai scaduta.

"Il Palasport di Acireale - evidenzia il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci - è un bene troppo importante per le ricadute economiche nel territorio del Catanese. Non potevamo assistere inermi, da un lato, al disfacimento di una preziosa risorsa e, dall’altro, al mancato recupero delle somme che l’amministrazione regionale, attraverso l’Irfis, ha concesso per la sua costruzione. La soluzione individuata garantisce i diritti di tutti e potrà assicurare un futuro positivo per l'hinterland etneo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento