Palazzo Bernini: sgomberato l’edificio da 200 senza tetto

Dopo 13 anni il Comune di Catania si riappropria della struttura costata 3 milioni e mezzo di euro e diventata negli anni casa per vagabondi e tossicodipendenti

Sgombrato Palazzo Bernini, struttura di proprietà del comune che doveva ospitare gli uffici tecnici consentendo di risparmiare sull'affitto ma che negli anni è diventata la casa abusiva di 200 persone tra bulgari, romeni ed extracomunitari.

Gli abusivi hanno abbandonato il palazzo, ubicato in pieno centro, tra ieri e oggi, dopo mesi di pressioni da parte di volontari e assistenti sociali  puntando soprattutto sulle precarie condizioni igieniche e sulla scarsa sicurezza dei locali, soprattutto per i bambini piccoli.

Sul posto, assistiti da squadre della polizia municipale e di altre forze dell'ordine, stanno operando operai del Comune, che murano gli ingressi e mettendo in sicurezza la struttura con una recinzione esterna, elettricisti che  eliminano gli allacci abusivi alla rete pubblica e operatori ecologici per la pulizia dei luoghi. All'esterno ci sono una decina di ex occupanti che seguono le operazioni a distanza.

PALAZZO BERNINI – La storia dell’edificio risale al 1999 quando l'ex sindaco Enzo Bianco acquistò l'immobile ad un prezzo di 3 milioni e mezzo di euro. Palazzo Bernini avrebbe dovuto ospitare gli uffici tecnici del comune e la direzione Lavori pubblici. Ma il progetto venne dimenticato dopo l'insediamento della giunta Scapagnini e l’abbandono dello stabile lo rese facile “preda” di senza tetto e vagabondi.

MUTUO E AFFITTI – Palazzo degli Elefanti continua a pagare il mutuo e al contempo paga anche l’affitto di altri locali utilizzati come uffici. Ogni anno ben 5.869.830,00 euro vengono versati in canoni di locazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento