Una mostra a Catania per i 30 anni dalla caduta del muro di Berlino

La mostra presenterà a Palazzo della Cultura trenta fotografie provenienti dall'archivio di un'agenzia di stampa tedesca

"Die Mauer – Il Cielo diviso" è il titolo del progetto fotografico, performativo e video che il Palazzo della Cultura ospiterà dal 29 novembre al 5 dicembre, per i 30 anni dalla caduta del muro, ideato e organizzato da Valeria Geremia, presidente dell'associazione Sicula Butoh. L'evento è stato presentato nella sala Sant'Agata del palazzo della Cultura dall'assessore Barbara Mirabella e da Valeria Geremia, coreografa e danzatrice che ha vissuto in prima persona la Berlino del muro. La mostra presenterà, all'interno delle sale dell'ex caffè letterario, trenta fotografie provenienti dall'archivio di un'agenzia di stampa tedesca: momenti diversi vissuti sullo sfondo del muro, dagli incontri tra i politici alle manifestazioni di solidarietà, ai tentativi di fuga.

L'installazione video proporrà graffiti e murales originali realizzati sul muro da vari artisti e trasferiti, dopo il 9 novembre del 1989, in gallerie e musei di tutto il mondo. Il momento performativo si articolerà in tre eventi caratterizzati da una commistione di danza, suoni e testi, che vedranno protagonisti la stessa Geremia, direttrice della sala Hernandez di Catania, e due artisti tedeschi, Natasha Arsalan e Berthold Mannheim, anche loro testimoni della Berlino del muro. Le performance, della durata di 40 minuti, si terranno il 29 e il 30 novembre con inizio alle 18.30, e l'1 dicembre alle 18. Mostra ed eventi sono a pagamento. “E' un progetto – ha detto l'assessore Mirabella - che con le arti performative suscita suggestioni e allo stesso tempo propone riflessioni su una pagina buia della nostra storia, che è importante, perché non si ripeta, far conoscere anche ai piccoli studenti delle nostre scuole che coinvolgeremo con gli uffici della pubblica istruzione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La mia esperienza di vita – ha sottolineato Geremia - che negli anni '80 mi ha portato, per frequentare l'accademia di danza, a vivere a Berlino prima divisa dal muro e quindi durante la caduta e dopo, mi spinge a condividere questo evento e a sensibilizzare sull'importanza di abbattere tutti i muri che ancora sorgono in Europa e nel mondo, per un auspicabile slancio verso la solidarietà e la condivisione: no more walls”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • “Freedom Oltre il confine” dedica parte della prossima puntata a Catania

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento