Denunziati due gambiani che occupavano il palazzo delle Poste

Uno dei due occupanti è stato sottoposto a provvedimento di espulsione, l'altro rilasciato

Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio dettate dalle recenti direttive ministeriale in materia di sicurezza urbana, tre pattuglie del reparto annona e sicurezza urbana della polizia municipale, coordinati dal comandante Stefano Sorbino e dal responsabile del servizio Francesco Caccamo, hanno fatto irruzione all’interno dell’ex palazzo delle poste di viale Africa di proprietà comunale e fermato due soggetti di nazionalità gambiana privi del permesso di soggiorno che stazionavano nei locali. I due migranti sono stati denunziati alla procura della repubblica per occupazione abusiva di immobile ex articolo 633 del codice penale. Dopo le verifiche di polizia giudiziaria, uno dei due occupanti è stato sottoposto a provvedimento di espulsione dal territorio italiano, l’altro rilasciato a piede libero. Gli agenti della polizia municipale intervenuti, hanno avvisato il servizio manutenzioni del comune per provvedere a ripristinare la chiusura dei varchi d’ingresso con rete metallica e operare la ripulitura dei luoghi a cura del servizio comunale ecologia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento