Palermo-Catania, tra viaggio e disagi: il fine settimana dei passeggeri

Riaccesi i riflettori sulla tratta Catania-Palermo dopo la chiusura del viadotto Himera sulla A19. Foto sui social dipingono la difficoltà dei pendolari a trovare posto a sedere in treno a ridosso del 25 aprile. Chi sceglie autobus o macchina, deve fare i conti con la deviazione tra Tremonzelli e Scillato

Foto condivisa dal gruppo facebook "Vogliamo il treno diretto Palermo-Catania"

Riaccesi i riflettori sulla tratta Palermo-Catania dopo la chiusura del viadotto Himera sulla A19. Alcune foto postate da utenti sui social network e raccolte dalla pagina facebook "Vogliamo il treno diretto Palermo-Catania", dipingono i disagi vissuti nel fine settimana, a ridosso del 25 aprile, da tutti i pendolari che hanno scelto di spostarsi tra le due più importanti città siciliane utilizzando come mezzo le rotaie.

treno palermo-catania-3

Sono le 17.30 e le persone, appena a bordo per sostenere il viaggio, faticano a trovare posto a sedere. Immediata l'ironia sui social: "Dovremmo ora cambiare il gruppo in vogliamo un capiente treno diretto Catania-Palermo". Situazione che dovrebbe restare invariata nelle giornate di maggiore flusso sino al 3 maggio, data nella quale la tratta diverrà regolare, con 14 treni diretti al giorno e istituiti in entrambi i sensi. Tempo di percorrenza previsto di  2 ore e 58.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tempi leggermente più alti, circa 3 ore e un quarto, per i viaggiatori che scelgono di raggiungere Catania e Palermo via autobus o in macchina. La deviazione tra Scillato e Tremonzelli rende non semplice il tratto di strada da percorrere prima di riprendere il regolare tragitto sulla A19. Chi proviene da Catania, infatti, è costretto a percorrere strade alternative tra cui la SS 120, con numerose curve da sostenere durante il tragitto e sbalzi dovuti al manto stradale poco regolare. Il passaggio di mezzi pesanti quali camion e autobus di linea rende inoltre il cammino più lento in alcuni tratti dove la strada è fisiologicamente più stretta, soprattutto in prossimità delle curve.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento