Panama Papers, anche i catanesi Impellizzeri e Corallo nell'elenco dei 100 nomi italiani

La lista dei nomi è stata pubblicata dall'Espresso. Tra loro: Giovanni Luca Impellizzeri, l'agente di scommesse finito al centro dell'inchiesta "I Treni del gol", e Francesco Corallo, catanese, imprenditore nel settore delle slot machine

Giovanni Luca Impellizzeri, l'agente di scommesse finito al centro dell'inchiesta "I Treni del gol", e Francesco Corallo, catanese, imprenditore nel settore delle slot machine, figurano tra i 100 nomi finiti nello scandalo Panama Papers. L'elenco è stato pubblicato dall'Espresso che si sta occupando dell'inchiesta di portata internazionale.

COSA SONO I PANAMA PAPERS. Diversi giornali internazionali hanno pubblicato i risultati di una lunga inchiesta giornalistica nata dalla diffusione di un’enorme quantità di documenti riservati che mostrano il funzionamento di una delle più importanti società del mondo che si occupa di creazione e gestione di società off shore in Paesi considerati “paradisi fiscali”, la Mossack Fonseca. La lista di nomi contenuta nei documenti ha portato a galla un sistema capillare nato per evadere il fisco.

I nomi svelati quest'oggi, che risultano essere presenti nei documenti dello studio legale Mossack Fonseca, si innestano in un quadro ampio, che L'Espresso ha esplicitato dettagliatamente in uno dei suoi articoli: "Imprenditori, professionisti, volti noti dello spettacolo, ma anche moltissimi personaggi sconosciuti alle cronache sono approdati a Panama per mettere al sicuro il patrimonio di famiglia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento