Panifici chiusi la domenica, il consiglio comunale di Acireale dice no

L’assessore regionale per le attività produttive ha stabilito l'obbligo di chiusura durante le giornate domenicali

Si al pane caldo la domenica ad Acireale. Il consiglio comunale ha approvato il documento sul decreto regionale del 10 ottobre, presentato dal consigliere Giuseppe Musmeci, che regola il riposo settimanale dei panificatori. L’assessore per le attività produttive ha infatti stabilito il divieto di svolgimento della sola attività di panificazione durante le giornate domenicali e festive. Secondo il consiglio comunale, questo provvedimento mortificherebbe i panificatori autorizzati, svilendo una intera categoria di lavoratori e contribuenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Impedire la proliferazione della panificazione abusiva è il minimo che si possa fare in una società civile e rispettosa della legalità. Il consiglio comunale di Acireale dichiara solidarietà ai panificatori acesi regolarmente autorizzati - si legge nel documento- e condivide la preoccupazione che a causa del divieto possa riacutizzarsi il fenomeno della panificazione abusiva del pane". Il documento sarà trasmesso al prefetto e all’assessore alle Attività produttive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua: quando berla per dimagrire

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

  • Picanello, scoperto deposito per il riciclaggio di auto rubate: 4 arresti

  • Duro colpo ai Brunetto: le dinamiche del clan tra estorsioni, minacce e pestaggi

Torna su
CataniaToday è in caricamento