Paolo Scollo è il nuovo presidente della Società italiana di ginecologia e ostetricia

Nato a Siracusa, sposato con due figli, è il direttore del dipartimento materno-infantile dell'azienda ospedaliera Cannizzaro di Catania. Dal 2011 era vice presidente della Sigo e dal 2012 presiede anche la Società italiana di oncologia ginecologica (Siog)

Paolo Scollo è il nuovo presidente della Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo). L'elezione è avvenuta ieri all'88° Congresso Nazionale dei ginecologi in corso a Napoli.

Scollo 56 anni, nato a Siracusa, sposato con due figli, è il direttore del dipartimento materno-infantile dell'azienda ospedaliera 'Cannizzaro' di Catania. Dal 2011 era vice presidente della Sigo e dal 2012 presiede anche la Società italiana di oncologia ginecologica (Siog). Paolo Scollo subentra a Nicola Surico e resterà alla guida della Sigo per i prossimi tre anni.

"Le due parole d'ordine della mia presidenza - afferma Scollo - saranno continuità e ammodernamento. In questi ultimi anni noi ginecologi abbiamo portato avanti tanti importanti progetti di ricerca e di prevenzione e avviato numerose collaborazioni con le istituzioni e altre associazioni mediche. Queste iniziative proseguiranno insieme a nuovi programmi sempre rivolti alla salvaguardia del benessere e della salute femminile. Al tempo stesso, la Sigo inizia a sentire il peso degli anni. Il mio obiettivo sarà rinnovare la ginecologia italiana, per dare piu' spazio ai giovani e alle donne".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per raggiungere questi obiettivi - aggiunge - punteremo sulla formazione delle nuove leve in tutte e tre le anime della ginecologia: universitaria, ospedaliera e territoriale. Cerchero' una sempre piu' stretta collaborazione con le istituzioni, ministero e Regioni in primo luogo, perchè si dia seguito ai processi di riorganizzazione dei punti nascita, ormai indispensabile in tutto il Paese, a tutela delle pazienti e dei ginecologi. Con un grande impegno anche ad affrontare il tema sempre piu' spinoso del contenzioso medico legale, diventato uno dei problemi piu' rilevanti per la categoria. Senza dimenticare, anzi incrementando, le campagne di prevenzione per il benessere riproduttivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento