Parcheggiatori abusivi al Porto: 3 denunciati

I finanzieri hanno inoltre sequestrato il denaro ritenuto provento dell'attività illecita

Nei giorni scorsi i finanzieri del comando provinciale, che svolgono i servizi di competenza all’interno del porto di Catania, hanno intensificato i controlli nei confronti dei guardamacchine che operano abusivamente, in zone limitrofe all’area demaniale marittima extra portuale, sanzionando le condotte illecite di tre parcheggiatori irregolari. In particolare, nei pressi del “varco Dusmet” all’imbocco del Porto, luogo di movida catanese, le fiamme gialle hanno controllato 3 soggetti intenti a “esercitare” l’attività di posteggiatore senza alcuna autorizzazione, pretendendo dagli avventori dei locali notturni denaro per la sosta degli autoveicoli, nonostante poco distante ci fosse un parcheggio a pagamento dato in concessione dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale ad una società attiva nello specifico settore.

Ai tre soggetti di nazionalità Italiana è stata contestata la sanzione amministrativa prevista dall’art. 7 comma 15 bis del codice della strada, che va da un minimo di 771 euro a un massimo di 3.101 euro con il conseguente sequestro ai fini della confisca delle somme ritenute provento dell’attività illecita. Inoltre è stata notificata la diffida ad astenersi dall’esercizio abusivo dell’attività di parcheggiatore con l’avviso che in caso di ulteriore infrazione si sarebbe proceduto penalmente nei loro confronti. Per due di loro, in quanto recidivi, i finanzieri hanno proceduto contestualmente al deferimento all’Autorità Giudiziaria etnea, in ottemperanza al dettato normativo del cosidetto decreto sicurezza che prevede la pena dell’arresto da sei mesi ad un anno e il pagamento di una ammenda che va da 2000 a 7000 euro. Il costante monitoraggio dell’area portuale di competenza della guardia di finanza, e il controllo nel particolare settore mirato alla necessità di proteggere la collettività dalle pratiche vessatorie di tali parcheggiatori, a pochi giorni di distanza, ha permesso di concludere un nuovo  intervento nel corso del quale gli stessi soggetti sono stati ancora una volta sanzionati e deferiti all'autorità giudiziaria per l’esercizio senza autorizzazione dell’attività di guardiamacchine. L’attività di controllo dei parcheggiatori abusivi in area portuale, corroborata dalle numerose segnalazioni pervenute al numero di pubblica utilità “117”, proseguirà ancora nei prossimi giorni, a salvaguardia dei cittadini onesti colpiti dall’azione di sopruso da parte di coloro che soventemente pretendono denaro illegalmente, anche nelle zone già regolamentate dal parcheggio a pagamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento