Parcheggio selvaggio a San Giovanni Galermo, Zingale chiede controlli

Chiesto un tavolo tecnico con polizia municipale, associazioni, istituzioni e comitati cittadini per promuovere il rispetto delle regole del codice stradale

Auto parcheggiate sui marciapiedi, pedoni costretti a camminare ai bordi della corsia e residenti che si ritrovano l’ingresso di casa praticamente bloccato da un’auto o uno scooter. In via San Giovanni Battista l’inciviltà di molti, la carenza di stalli e la mancanza di controlli sta diventando una costante che scatena le proteste degli abitanti di questa parte di San Giovanni Galermo.

Giuseppe Zingale, vice presidente della circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo”, si fa portavoce delle loro segnalazioni e chiede al Sindaco Bianco e all’assessore alla Viabilità di attivare un tavolo tecnico con polizia municipale, associazioni del territorio, istituzioni e comitati cittadini per un’azione di prevenzione ed educazione verso il rispetto delle regole del codice stradale, per migliorare e valorizzare il commercio lungo l’intera via San Giovanni Battista. Qui infatti persistono attività che creano un viavai continuo di utenti come la farmacia e l’ufficio postale. Persone costrette a fare lo slalom tra le due e le quattro ruote per sbrigare le proprie commissioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ecco perchè - conclude Zingale - dopo gli interventi nel parcheggio scambiatore e in piazza Chiesa Madre, occorre avviare su una delle principali arterie del quartiere di San Giovanni Galermo un progetto a lungo termine che però non si basi solo ed esclusivamente sull’elevare multe. Ovviamente chi viola le regole del codice stradale va assolutamente perseguito con le sanzioni previste dalla legge e deve pagare le multe ma, allo stesso tempo, occorre attivare tutte quelle procedure necessarie ad aumentare il numero di stalli a disposizione nelle strade limitrofe a via San Giovanni Battista oltre a potenziare, attraverso l’utilizzo dell’autobus, i collegamenti tra il posteggio scambiatore e piazza Chiesa Madre. Il posteggio selvaggio e gli atteggiamenti dei soliti furbi causano, nelle ore di punta, continui ingorghi a San Giovanni Galermo che provocano il caos e mandano in tilt la viabilità del quartiere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Via Leopardi, carabinieri scoprono un "buco" che collegava una casa disabitata ad una banca

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento