Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Parcheggio via Ala, Ugl: battaglia per valorizzazione con affidamento a “Sostare”

Ugl: “Per noi soluzione migliore, ma pronti a valutare alternativa idonea per settore rimozione”

Continua a rimanere alta l’attenzione, da parte della Ugl di Catania, sul parcheggio comunale abbandonato di via Ala. Ad oltre sei mesi dall’avvio della battaglia avviata dal sindacato e orientata alla valorizzazione del bene pubblico, con la relativa proposta di concessione in uso alla società partecipata “Sostare” (che già, in passato, aveva gestito il sito), non è ancora giunta una soluzione chiara come spiegano Giovanni Musumeci, segretario territoriale, ed il segretario della federazione provinciale Terziario Carmelo Catalano. “Lo scorso mese di novembre, durante l’ultimo incontro con la Commissione consiliare “Partecipate” del Comune (che ringraziamo a partire dal presidente Agatino Giusti), avevamo registrato un ulteriore passo in avanti anche grazie al fattivo contributo di tutti i componenti. Apprendiamo però, da recenti notizie stampa, che l’area sarà riqualificata con la realizzazione di uno spazio per i giovani e di un punto eco-mobile, come annunciato dal presidente del III Municipio Paolo Ferrara che ha confermato la volontà dell’Amministrazione comunale di portare avanti il progetto. Ne prendiamo atto pur non condividendo questa prospettiva, poiché convinti che l’affidamento a “Sostare” sarebbe stato l’epilogo più naturale ed a costo zero, anche e soprattutto per la sorveglianza ed il mantenimento del piazzale. Ci auguriamo, quindi, che l’impegno del Municipio con il suo vertice, perché lo spazio di via Ala venga sottratto all’incuria ed alla criminalità, sia costante nel tempo e non duri soltanto il frangente di un taglio del nastro. Su questo, come Ugl, saremo ovviamente vigili e, nel contempo, chiediamo a Palazzo degli Elefanti una nuova soluzione logistica dove poter allocare il servizio rimozione dell’azienda “Sostare”. Non ci sono più le condizioni, secondo noi, di mantenere come luogo di lavoro gli spazi di via Proserpina per gli impiegati del settore in argomento – aggiungono i due esponenti dell’Ugl. Basterebbe andare a verificare per comprendere la gravità della situazione, ben lontana da quella salubrità e sicurezza che dovrebbe tutelare secondo legge ogni lavoratore, oltre che indignarsi perché per questa unità operativa viene corrisposto un canone di locazione. Chiediamo all’Amministrazione comunale un intervento decisivo e, su questo punto di vista, ci troverà sempre pronti a collaborare per individuare la collocazione alternativa più idonea per un servizio importante per la città come quello della rimozione dei mezzi, anche in previsione della probabile fusione di “Sostare” con l’“Azienda metropolitana trasporti” – concludono Musumeci e Catalano.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggio via Ala, Ugl: battaglia per valorizzazione con affidamento a “Sostare”

CataniaToday è in caricamento