Parco Monte Po, nuovo progetto dalla V municipalità per valorizzare l'area

Stiamo parlando di ben 30 ettari di terreno diviso tra i quartieri di Monte Pò, Nesima, Librino, Fossa Creta e S. Giorgio. Storia e patrimonio di questa zona sono rimasti ignoti. La V municipalità chiede con forza che venga riqualificata

Una questione mai risolta. Almeno fino ad oggi. Si tratta del Parco Monte Pò, un'immensa distesa di terreno che ufficialmente non compare in nessuna cartina. Eppure stiamo parlando di ben 30 ettari di terreno diviso tra i quartieri di Monte Pò, Nesima, Librino, Fossa Creta e S. Giorgio.

Il consiglio della V Circoscrizione, unitamente al presidente Orazio Serrano e al Vice Presidente Felicioli Maria Grazia, chiede la riqualificazione del parco, da sempre richiesta e mai avvenuta. Anticamente l'area era divisa da tre masserie con i mezzadri coltivavano la terra. Successivamente, però, il terreno è stato acquistato dal Comune.

Il presidente Orazio Serrano, ha espresso il bisogno di valorizzare la zona che gli abitanti sentono e manifestano: "Abitanti e commercianti chiedono il recupero di un polmone verde affinchè possano realizzarsi attività commerciali e perché no, anche uffici comunali".

Il vice presidente della V municipalità, Maria Grazia Felicioli, ha invece illustrato in concreto come potrà essere possibile avviare un progetto di riqualificazione: "E' prevista una seduta itinerante invitando i tecnici e gli assessori di competenza per sollevare la questione mai risolta e riqualificare così l'intero Parco"

Nelle notizie di cronaca l'identità del Parco è rimbalzata nel settembre dello scorso anno, per un'inchiesta della procura di Catania. Una parte dell'area verde, infatti, fu sottoposta a sequestro preventivo, sulla realizzazione di due discariche all'interno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutto ciò che riguarda la storia e il patrimonio di quest'area è rimasto quasi del tutto ignoto. Nel silenzio. Siamo infatti di fronte a un parco che risale ai tempi dell'impero romano e in cui scorreva un acquedotto che trasportava l'acqua da Biancavilla fino allla piana di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento