Pedara, il degrado del parco Angelo D'Arrigo: fango e carcasse di animali morti

Le fontane sono in condizioni pessime. Una prima vasca è completamente asciutta e piena di sporcizia, un'altra con solo fango e carcasse di tartarughe e pesci morti, infestata da alghe e zanzare

Il parco comunale di Pedara era stato dedicato nel 2012 ad Angelo D’Arrigo, il deltaplanista catanese famoso in tutto il mondo per aver saputo volare con le aquile e rimasto vittima di un incidente nel 2006. Quello che oggi rimane di questo parco è il totale abbandono.

Un triste scenario. Le fontane sono in condizioni pessime. Una prima vasca è completamente asciutta e piena di sporcizia, un'altra con solo fango e carcasse di tartarughe e pesci morti, infestata da alghe e zanzare.

Pedara parco 2-2

Non è la prima volta, che viene segnalato il degrado di questo parco. Lo scorso anno, i residenti stanchi di questa situazione, si erano rivolti all'Enpa. Del fatto era stata informata la polizia municipale che aveva assicurato l'intervento degli addetti ai lavori reperibili. Ma, come dimostrano le foto, il problema non è stato risolto. Anzi, oggi, le condizioni in cui versa il parco sono peggiorate.

Pedara parco 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento