Comune, presidente della commissione al bilancio: "rimango all'opposizione solo per il bene di Catania"

Vincenzo Parisi, dichiara di aver pensato a dimettersi dopo la notizia del nuovo collaboratore esterno del Sindaco, ma poi ci ripensa e rimane alla guida della commissione

"In merito alla decisione del sindaco Bianco che ha fatto approvare alla giunta la delibera per far assumere dal comune un suo nuovo collaboratore. Posso dire che, in pieno dissenso, avevo già preparato la mia lettera di dimissioni da presidente della commissione al Bilancio. Un atto che mi sembrava dovuto visto che, per l’ennesima volta, si era appreso dagli organi di stampa la nomina di un portaborse. Con tutte le criticità evidenziate fino a pochi giorni fa, si può procedere con una decisione così criticabile? La risposta è evidente a tutti".

Con queste parole Vincenzo Parisi, presidente della commissione bilancio esprime tutto il suo dissenso in merito alla notizia dell'assunsione di un nuovo collaboratore esterno al servizio del Sindaco al costo di 90mila euro, ma dopo aver pensato seriamente di dimettersi sceglie insieme al suo gruppo politico di rimanere al suo posto per continuare a lavorare per la città.

"Analizzando i fatti, però, - afferma Parisi - è opportuno domandarsi su come sia possibile accedere a certe informazioni senza essere un addetto ai lavori. Non solo, come si può accostare una forza politica, che oggi si trova all’opposizione di questo governo cittadino, a questo tipo di compromessi? Evidentemente solo chi è abituato a vivere di compromessi o sospetti ed appartenente ad un certo tipo di vecchia politica può costruire questi machiavellici complotti. Grande Catania è un gruppo posto all’opposizione - conclude il presidente della commissione bilancio - di questa giunta e tale rimarrà per il bene dei catanesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aereo leggero decollato da Catania precipita: due morti

  • Precipita aereo leggero, morti il pilota esperto e un giovane allievo

  • Scoperto arsenale, era nascosto in serbatoi sotterrati vicino al lido Le Capannine

  • Duplice omicidio alla Piana di Catania, la confessione: "Sono stato io a sparare"

  • Duplice omicidio nell'agrumeto, l'accusato: "Mi avevano minacciato di morte"

  • Scogliera, trovato il cadavere di una donna: era scomparsa da casa

Torna su
CataniaToday è in caricamento