Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Parmitano da Houston: "Giovani non smettete di credere nel futuro del paese"

Sono queste le parole con cui Luca Parmitano ha salutato giornalisti e vertici dell'agenzia spaziale italiana riuniti all'Auditorium della sede dell'Asi per la sua prima video-conferenza stampa

Parmitano da Houston: "Giovani non smettete di credere nel futuro del paese". Sono queste le parole con cui Luca Parmitano ha salutato giornalisti e vertici dell'agenzia spaziale italiana riuniti ieri pomeriggio all'Auditorium della sede dell'Asi per la sua prima video-conferenza stampa.

L'astronauta italiano dell'Esa, l'agenzia spaziale europea, in collegamento dal centro della Nasa di Houston ad appena due giorni dal rientro dalla stazione spaziale internazionale sulla Terra, è apparso, rende noto l'Asi, sorridente ed in ottima forma ed ha risposto per oltre un'ora alle moltissime domande della platea romana.

A partire da quelle rivoltegli dal presidente dell'Asi Enrico Saggese per conto dei giovani della citta' natale di Parmitano, Catania. ''Le opportunità esistono per tutti e io ne sono la prova, tutto sta nel saperle riconoscerle e nell'impegnarsi per sfruttarle'', ha detto Luca spronando i suoi più giovani concittadini a non smettere mai di credere nel proprio futuro.

''Fate ciò che amate - ha concluso rivolgendo loro un caloroso saluto - e amate quello fate''. Le successive domande hanno tentato di indagare soprattutto il vissuto personale di Parmitano, tra i sei mesi passati sulla Stazione Spaziale Internazionale e il rientro di lunedì scorso.

''Il primo pensiero appena fuori dalla Soyuz e toccata Terra - ha sottolineato - è stato di sollievo. Perchè era una splendida giornata di sole e tutto era andato per il meglio''. A chi gli ha chiesto del suo futuro professionale, dopo la missione, Parmitano ha risposto con equilibrio e diplomazia: ''Adesso - ha detto - sono impegnato nella fase di 'post-flight, che durerà sei mesi; quello che accadrà dopo non sta a me deciderlo. So che all'Esa, all'Asi, e all'Aeronautica militare stanno lavorando per mettere a frutto nel miglior modo possibile questa mia esperienza''. Inevitabili le domande sulle emozioni piu' intime, sull'abbraccio alla moglie e alle due piccole figlie (di 4 e 7 anni) dopo sei mesi di assenza. ''Il sorriso delle mie bambine, che ho svegliato perche' era mezzanotte e stavano dormendo, quel sorriso da sogno, e' qualcosa che resterà con me per tutta la vita''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parmitano da Houston: "Giovani non smettete di credere nel futuro del paese"

CataniaToday è in caricamento