menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manodopera romena nelle campagne paternesi, beni sequestrati a imprenditore

La Dia di Catania ha sequestrato beni per circa 10 milioni di euro riconducibili a un imprenditore agricolo gravemente indiziato di aver costituito un’associazione operante a Paternò e in Romania

La Dia di Catania ha sequestrato beni per circa 10 milioni di euro riconducibili a un imprenditore agricolo di Paternò, gravemente indiziato di aver costituito un’associazione, operante a Paternò e in Romania.

Era preordinata al reclutamento di manodopera romena per l’impiego nelle campagne paternesi, in assenza delle garanzie minime di tutela spettanti ai lavoratori, secondo le forme e modalità del “caporalato”.Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Catania che ha accolto la proposta del direttore della Dia Nunzio Antonio Ferla. 

Il patrimonio sequestrato comprende un'impresa individuale ed una società operanti nel settore agricolo, rapporti bancari, numerosissimi immobili ubicati tra la provincia di Catania e Messina e una decina di automezzi, per un valore complessivo di oltre 10 milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo: come eliminarlo

Alimentazione

Ingrassare: i periodi nei quali lo si fa 'naturalmente'

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento