Paternò, membro del clan "Assinnata" sorpreso a spacciare vicino una scuola

Lo hanno sorpreso in Piazza Parco del Sole nei pressi di una scuola, con una busta contenente 208 grammi di marijuana

I carabinieri di Paternò hanno arrestato Assinnata Domenico, 26enne esponente dell’omonimo clan vicino ai catanesi "Santapaola”, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione aggravata.

Lo hanno sorpreso in Piazza Parco del Sole nei pressi di una scuola, con una busta contenente 208 grammi di marijuana, suddivisa in 111 dosi, già confezionate e pronte per essere smerciate nel fine settimana. In casa sua sono venuti fuori 2 bilancini elettronici, 2 tritaerba utilizzati per preparare le dosi di stupefacente ed 1 PC, completo di monitor e stampante, risultato rubato all’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania.

L'arresto di Assinnata arriva a nove mesi circa dall''inchino' ricevuto davanti casa da due cerei votivi durante i festeggiamenti per la Patrona di Paternò, Santa Barbara. Il gesto fu ripreso da un video, poi diffuso sui social network. Per quell'episodio i carabinieri notificarono ai comitati dei 'cerei' dei 'dipendenti comunali' e degli 'ortolani' il divieto, emesso dal questore di Catania, di partecipare alle manifestazioni religiose in onore di Santa Barbara, dal 3 al 5 dicembre del 2015.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento