Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Paternò

Paternò, è morto il giovane bruciato dal cugino per una lite

La posizione di Antonino Marino si aggrava perchè adesso dovrà rispondere di omicidio. Il movente si lega a dissidi condominiali: Castro, che abitava nell'appartamento sovrastante a quello del cugino, era accusato di essere troppo rumoroso

Dopo due giorni di agonia è morto all'ospedale Civico di Palermo Marco Castro, 25 anni, il giovane bruciato vivo martedì a Paternò. L'incendio era divamapato a seguito di un litigio con il cugino Antonino Marino, che gli aveva rovesciato addosso un secchio di benzina e aveva appiccato il fuoco.

Lo stesso Marino era rimasto ustionato, ed eè tuttora ricoverato in stato di arresto. La sua posizione si aggrava, perchè adesso dovrà rispondere di omicidio. Il movente si lega a dissidi condominiali: Castro, che abitava nell'appartamento sovrastante a quello del cugino, era accusato da Marino di essere troppo rumoroso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paternò, è morto il giovane bruciato dal cugino per una lite

CataniaToday è in caricamento