Paternò, sorvegliato speciale in manette per droga

Condannato per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti dovrà scontare ai domiciliari la pena di mesi 9 di reclusione

I carabinieri di Paternò hanno arrestato il 40enne Giuseppe Mobilia, già sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo si soggiorno, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva emesso dal Tribunale di sorveglianza di Catania.

L’uomo, condannato per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, reato commesso a Paternò il 5 novembre del 2011, dovrà scontare ai domiciliari la pena di mesi 9 di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento