Paternò: trasportavano rifiuti speciali senza autorizzazione, arrestati

Ieri pomeriggio, i militari hanno bloccato i due in Corso Italia a bordo di una Fiat 500 mentre trasportavano tre bobine di rame contenenti olio minerale senza essere in possesso della prescritta autorizzazione, necessaria per la movimentazione di rifiuti pericolosi

I Carabinieri della Compagnia di Paternò hanno tratto in arresto F.M., 36enne, pregiudicato, e F.C.G., 46enne, incensurato, entrambi catanesi, per trasporto illecito di rifiuti pericolosi senza autorizzazione.

Ieri pomeriggio, i militari hanno bloccato i due in  Corso Italia a bordo di una Fiat 500 mentre trasportavano tre bobine di rame contenenti olio minerale senza essere in possesso della prescritta autorizzazione, necessaria per la movimentazione di rifiuti pericolosi. Sono tuttora in corso gli accertamenti volti a stabilire la provenienza del metallo prezioso. L’autovettura ed il materiale sono stati sequestrati. Gli arrestati sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicati con Rito Direttissimo, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento