Pedara, cane randagio investito e abbandonato senza soccorsi per 6 giorni

Un cane randagio di Pedara, rimasto vittima di un pirata della strada dileguatosi dopo lo scontro, ha continuato a rimanere privo di soccorso anche da parte del Comune e dell'Asp3 di competenza e tra i rimandi della Polizia Municipale. I fatti - rende noto l'Enpa -si sono svolti il 22 ottobre scorso

Un cane randagio di Pedara, rimasto vittima di un pirata della strada dileguatosi dopo lo scontro, ha continuato a rimanere privo di soccorso anche da parte del Comune e dell'Asp3 di competenza e tra i rimandi della Polizia Municipale. I fatti - rende noto l'Enpa -si sono svolti il 22 ottobre scorso quando un auto colpisce il cane allontanandosi senza dare la possibilità di essere identificata dall'unico presente alla scena che ha soccorrso alla meno peggio l'animale tamponando la ferita al volto e chiamando il comando della Polizia Municipale per attivare il servizio di soccorso.

Dopo tre ore nessuno si era visto e l'uomo recatosi personalmente al comando della P.M. si è sentito rispondere che la pattuglia era andata e il cane non necessitava di nessun intervento! Il cittadino si è quindi rivolto direttamente al vice sindaco che ha annunciato l'arrivo di soccorsi per la mattina successiva. "Inutile dire -commenta L'Ente Protezione Animali di Catania - che l'indomani non si è presentato nessuno e nemmeno i giorni seguenti, compreso l'associazione animalista di riferimento nominata dall'ufficio Randagismo del Comune di Pedara. Il cane è stato soccorso privatamente ed è stato anche affidato. L'adottante provvederà alle cure e sono stati già informati i Carabinieri per quanto riguarda l'omissione di atti di ufficio, in attesa della denuncia ufficiale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento