Pedara, presentata la rete civica per la salute

Si tratta di uno strumento volto a migliorare il Servizio Sanitario Regionale fondato sulla reciproca collaborazione tra operatori, pazienti, istituzioni e cittadini

Si chiama Rete Civica della Salute ed è stata illustrata nei giorni scorsi nella sala consiliare di Pedara alla presenza dei vertici dell’amministrazione comunale e della dottoressa Thea Giacobbe dell’assessorato regionale alla Sanità. Si tratta di uno strumento volto a migliorare il Servizio Sanitario Regionale fondato sulla reciproca collaborazione tra operatori, pazienti, istituzioni e cittadini. Obiettivo è quello di garantire un numero minimo di utenti informati sui servizi che i distretti territoriali offrono all’intera collettività. Tutto nasce da un protocollo siglato con il Comune che a sua volta si impegnerà attraverso i mezzi di informazione in suo possesso a porre a conoscenza dei cittadini l’esistenza di questa rete: i primi saranno proprio i dipendenti comunali che saranno informati in tal senso, con loro anche i rappresentanti di giunta e civico consesso.

Nei prossimi giorni sarà organizzato un incontro aperto alla cittadinanza, alle associazioni di volontariato e alle organizzazioni che operano nel campo della tutela della salute sul territorio al fine di diffondere le finalità del progetto che sfocerà nella ulteriore iniziativa “Pillole di Salute” dove saranno diffuse notizie utili ad una collettività sempre più consapevole consapevole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

Torna su
CataniaToday è in caricamento