Abusi su ragazzine, il santone si proclama innocente: "Errate valutazioni giudiziarie"

"E' una persona anziana e malata - dichiara il penalista - ha una grave forma di diabete ed è cardiopatico, il suo stato di salute è incompatibile con la detenzione"

Si proclama "innocente" e vittima di "errori di valutazioni giudiziarie" Alfio Capuana, il 73enne arrestato nell'ambito dell'operazione '12 apostoli' della polizia postale di Catania.

"Il Gip - afferma il suo legale, l'avvocato Mario Brancato - ha non tenuto nella giusta considerazione il rapporto dell'ampia attività difensiva attivata dopo la perquisizione disposta dalla Procura, che non ha interrogato il mio assistito".

Capuana sarà sentito oggi dal Gip nell'ambito dell'interrogatori di garanzia. "E' una persona anziana e malata - aggiunge il penalista - ha una grave forma di diabete ed è cardiopatico, il suo stato di salute è incompatibile con la detenzione"

Nell'inchiesta spuntano altri nomi importanti, come Domenico Rotella, ex deputato regionale, marito di Rosaria Giuffrida, una delle tre donne ai domiciliari in quanto ritenute complici del “santone” Pietro Capuana e padre Orazio Caputo della diocesi di Acireale e che, a settembre, sarebbe stato trasferito nella parrocchia del comune di Castiglione di Sicilia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento