Pedopornografia, scambiava su internet video e immagini: arrestato 41enne

La polizia postale ha fatto scattare le manette per un tecnico informatico residente in provincia di Catania che condivideva video di pornografia infantile anche con scene di zoorastia.

La polizia postale ha arrestato un uomo che deteneva e divulgava un ingente quantitativo di immagini sessuali anche con animali raffiguranti minori in tenera età. Grazie al coordinamento con la Procura Distrettuale di Catania, i poliziotti hanno fatto scattare le manette per un 41enne, residente in provincia di Catania, responsabile di divulgazione di materiale pedopornografico su internet. L’indagato, a seguito della perquisizione, è stato trovato in possesso di migliaia di file di pornografia minorile. L’indagine della Polizia Postale di Catania trae origine da una segnalazione della National Centre for Missing Exploited Children (NCMEC) e dal Centro Nazionale di Contrasto della Pedopornografia On-line (CNCPO) del servizio polizia postale di Roma. La segnalazione indicava il profilo di un presunto italiano che su alcuni social condivideva video di pornografia infantile anche con scene di zoorastia. Le complesse investigazioni informatiche svolte dagli investigatori della polizia postale di Catania hanno consentito di identificare il soggetto, un tecnico informatico, nei confronti del quale la Procura Distrettuale di Catania ha emesso un immediato decreto di perquisizione locale e informatica. Dalla perquisizione informatica è emersa la detenzione di migliaia di file (video e immagini) di pornografia minorile, soprattutto con vittime in età infantile e il rinvenimento e sequestro di una ingente quantità di dispositivi (hard disk, tablet, dvd). Il pubblico ministero ha chiesto ed ottenuto la convalida del provvedimento dal Gip del Tribunale di Catania, che ha disposto gli arresti domiciliari. Il materiale sequestrato sarà sottoposto ad approfondite analisi da parte degli esperti della Polizia Postale sia per identificare le vittime sia le modalità di acquisizione dei video pedopornografici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento