menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perde il lavoro e tenta il suicidio gettandosi in mare: salvato dai carabinieri

Un 42enne di Giarre, in chiaro stato confusionale chiama il 112 dicendo di trovarsi sul molo di Acitrezza pronto a farla finita perché disperato

È accaduto stanotte nel porto di Acitrezza. Intorno alla 02:30 l’uomo, un 42enne di Giarre, in chiaro stato confusionale chiama il 112 dicendo di trovarsi sul molo di Acitrezza pronto a farla finita perché disperato.

L’operatore della centrale operativa della compagnia di Acireale intuendo la gravità della situazione inizia a confortarlo per telefono avvertendo contemporaneamente l’autoradio di turno del Nucleo Radiomobile su quanto sta accadendo. Il poveretto seppur alleviato dalle parole al telefono del carabiniere ad un certo punto interrompe bruscamente la comunicazione.

La pattuglia nel frattempo ha raggiunto il molo di Acitrezza trovando il malcapitato già immerso nell’acqua. I militari, tuffandosi in mare, riescono a soccorrerlo riportandolo a riva consentendo così al personale sanitario del 118 di prestargli le cure del caso. Trasportato d’urgenza all’Ospedale Cannizzaro vi è tuttora ricoverato per approfondimenti diagnostici. Non versa in pericolo di vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento