Perseguita la badante, lei scappa seminuda per strada: arrestato pensionato

I carabinieri di Bronte hanno arrestato un uomo di 76 anni, ritenuto responsabile di atti persecutori nei confronti della donna che lo accudiva

I carabinieri di Bronte hanno arrestato un pensionato di 76 anni, poiché ritenuto responsabile di atti persecutori, reato commesso in danno della propria badante di anni 53. La donna infatti, dimorante presso la casa del pensionato, si era resa conto che le attenzioni morbose da parte di quest’ultimo avevano travalicato il normale rapporto lavorativo e, per la loro ossessiva continuità, le impedivano di assolvere ai propri impegni familiari. Da qui la decisione della collaboratrice d’interrompere il rapporto di lavoro che scatenava l’ira del pensionato che la percuoteva con le stampelle per la deambulazione, minacciandola anche con un coltello e rinchiudendola all’interno dell’abitazione.

In seguito la vittima, divincolatasi, riusciva a fuggire dall’immobile e a chiedere aiuto ai carabinieri i quali, capeggiati dal comandante della stazione, la raggiungevano in strada, trovandola seminuda e con i vestiti stracciati. La poveretta è stata soccorsa ed accompagnata all’ospedale di Bronte dove i sanitari le hanno diagnosticato un “trauma contusivo all’emitorace sx” mentre l’uomo, ricercato dai militari, è stato rintracciato nei pressi dell’abitazione della donna, mentre seduto su di uno scalino ne attendeva il rientro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo, a propria discolpa, ha asserito che la stava aspettando perché la riteneva responsabile del furto di una somma di denaro senza, però, circostanziare adeguatamente quanto denunciato. Il pensionato è stato relegato agli arresti domiciliari presso una casa famiglia, dove permarrà così come disposto dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale etneo in sede di convalida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento