#Salvatoretagliailpizzo, su I-tunes un brano per sostenere le vittime del racket

Il ricavato delle vendite del singolo, che si acquista su iTunes, sarà destinato all'associazione antiracket Addiopizzo. Il brano racconta proprio la storia di un imprenditore siciliano, che non trovando lavoro pensa di aprire un'attività e si trova a scontrarsi con cosa vuol dire essere imprenditori in Sicilia

Un video per raccoliere fondi contro il pizzo. Questo l’intento che ha spinto Paolo Antonio, cantautore catanese, ad arrangiare uno dei suoi brani e farne un videoclip  per raggiungere più persone possibile. Il ricavato delle vendite del singolo, che si acquista su iTunes, sarà destinato all’associazione antiracket Addiopizzo. Il brano racconta proprio la storia di un imprenditore siciliano, che non trovando lavoro pensa di aprire un’attività e si trova a scontrarsi con cosa vuol dire essere imprenditori in Sicilia: fare i conti con la burocrazia e soprattutto subire la richiesta del pizzo che arriva puntuale dopo qualche settimana. Salvatore decide di denunciare e si libera dal pizzo, che nel video viene ironicamente rappresentato con un pizzetto attaccato sul mento, tagliato via da un simpatico carabiniere-barbiere.

“Con questo video voglio incoraggiare tutti gli imprenditori che si trovano in questa situazione a denunciare immediatamente – spiega Paolo Antonio. La vivacità del brano serve proprio a sdrammatizzare la richiesta del pizzo, per far passare il messaggio che denunciare è possibile. Inoltre – aggiunge – vorrei dare un aiuto concreto a chi ogni giorno è in prima linea nella lotta al racket, così ho avuto l’idea di lanciare una raccolta fondi e di chiamarla proprio “Salvatore taglia il pizzo”. Il video è autoprodotto, realizzato senza il sostegno di sponsor né di etichette discografiche. Tutti i personaggi sono interpretati da Paolo Antonio che, con abilità istrionica, indossa i panni ora di Salvatore, ora del mafioso, in un divertente gioco delle parti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

Torna su
CataniaToday è in caricamento