Piazza Verga, homeless al freddo e al gelo: centro emergenze del Comune non interviene

Segnalati i due senzatetto al centro segnalazione emergenze del Comune. L'operatore spiega che solo il 118 può operare in questi casi. Il 118, a sua volta, non può impegnare un'ambulanza. Sarà la Croce rossa ad intervenire

Notti fredde a Catania, specie per i senzatetto. Dopo il piano attuato dal comune di Catania per aiutare chi non ha più una dimora, questa notte abbiamo girato le vie della città e abbiamo notato due senzatetto in piazza Giovanni Verga, proprio in prossimità di un noto albergo catanese. La temperatura segnava zero gradi centigradi e i due avevano solo due coperte addosso.

Abbiamo, quindi, chiamato il numero del Centro Segnalazione Emergenze del Comune per segnalare la presenza dei due homeless ed aiutarli, come specificato dal piano d'emergenza. L'operatore ci ha però risposto che non poteva fare niente e che solo il 118 può operare in questi casi.

Decidiamo di chiamare il servizio d'emergenza sanitario che però ci specifica che impegnare un'ambulanza per una situazione del genere non è del tutto proficuo, specie se i due senza fissa dimora non sono in pericolo di vita o non stanno visibilmente male. I due uomini hanno freddo e sono ubriachi.

Chiamiamo la Croce Rossa Italiana che prende in carico la chiamata e che da lì a poco invierà un mezzo per verificare le condizioni e indirizzare i due in un luogo più caldo e accogliente, almeno per una notte. Ma poco dopo gli operatori della Croce Rossa richiamano al nostro cellulare per comunicarci che i due non vogliono assistenza. Sono ubriachi e preferiscono stare al gelo.

Bisogna, però, capire come mai il Centro Segnalazione Emergenze del Comune fa lo scaricabarile con il 118 che a sua volta dice di non essere competente per questo tipo di situazioni. La Croce Rossa, unica ad ascoltare la nostra segnalazione, non ha potuto fare altro che constatare la volontà, non esattamente lucida, di rimanere un'altra notte fuori, sotto i portici con a fianco da una parte una banca e dall'altra un grande albergo di lusso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento