rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Piano di riequilibrio comunale 2015, M5S: "Ancora troppi lati oscuri"

"Il 2017 è agli sgoccioli e il mandato del sindaco Bianco sta per scadere, ma la reale situazione finanziaria del Comune di Catania è ancora un enigma in attesa di essere decifrato" affermano i grillini etnei

"Il 2017 è agli sgoccioli e il mandato del sindaco Bianco sta per scadere, ma la reale situazione finanziaria del Comune di Catania è ancora un enigma in attesa di essere decifrato". Ad affermarlo, senza troppi giri di parole, è il Movimento cinque stelle etneo che chiede all'amministrazione comunale di fare chiarezza sul piano di riequilibro e sul rendiconto 2015.

"Le note della Corte dei Conti del 28 settembre (che evidenziava gli scostamenti tra entrate previste e accertate e le incongruenze nella tabella di certificazione dei parametri) e del 5 ottobre parlano chiaro: il rendiconto 2015 e il Piano di riequilibrio presentano troppi lati oscuri- aggiungono i grillini -e sono carenti di documentazioni. Nell’ultima nota, la Corte dei Conti bacchetta pesantemente l’operato dei Collegio dei revisori e giudica le loro relazioni sulle verifiche semestrali del Piano di riequilibrio 'non esaustivamente supportate da analisi critiche e puntuali su ogni singola misura e azione poste in essere dall’Ente per il risanamento delle proprie finanze'".

"E proprio questa mancanza di dati, secondo la Corte, ha impedito di esprimere valutazioni adeguate sul Piano, 'anche alla luce dell’aggravarsi, nel corso del tempo, della situazione dell’ente'. Il Movimento 5 stelle Catania, già al momento della discussione del consuntivo 2015, aveva fatto notare che i Revisori erano in grave difficoltà, per cui si sarebbero salvati (come poi è avvenuto) rifugiandosi dietro una relazione ridotta ad una elencazione di valori e tabelle in uno schema 'standard', di quelli già prestampati, carente di informazioni sui risultati in rapporto ai programmi e ai costi, senza una minima analisi degli scostamenti principali o delle cause".

Addirittura, la relazione,  - conclude il movimento cinque stelle etneo -malgrado il parere favorevole, chiudeva così: '… a riguardo del conto del patrimonio le note evidenziate non consentono di attestarne la completezza e l’attendibilità'. Questo non è che uno degli ultimi capitoli dell'esperienza fallimentare di governo della città. Bianco ne prenda atto e liberi finalmente i catanesi da lui e dalla sua compagine."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano di riequilibrio comunale 2015, M5S: "Ancora troppi lati oscuri"

CataniaToday è in caricamento