Piano "spiagge sicure", sequestrati 2 mila articoli contraffatti

I servizi di controllo dei militari del Gruppo di Catania si sono incentrati nelle zone della stazione ferroviaria e della stazione dei pullman di piazza Borsellino, proprio per rilevare l'arrivo dei venditori abusivi che si avviano verso la Playa per smerciare i loro prodotti contraffatti

La Guardia di Finanza di Catania, nel corso di controlli finalizzati alla repressione della contraffazione e dell'abusivismo commerciale nell'ambito del piano "spiagge sicure", ha sequestrato circa 2.000 articoli contraffatti o non sicuri destinati alla vendita sulle spiagge del litorale della provincia catanese.

I servizi di controllo dei militari del Gruppo di Catania si sono incentrati nelle zone della stazione ferroviaria e della stazione dei pullman di piazza Borsellino, proprio per rilevare l'arrivo dei venditori abusivi che si avviano verso la Playa per smerciare i loro prodotti contraffatti. Ed è stato così che è stato controllato un cittadino cingalese, sorpreso con un carrellino artigianale su cui erano sistemati prodotti e accessori di telefonia contraffatti.

Dal controllo dell'ambulante, gli investigatori sono risaliti ad un esercizio commerciale gestito da un cittadino cinese, di 40 anni. Qui sono stati trovati oltre 1.500 articoli per la telefonia mobile, in particolare cover contraffatte, analoghe a quelle sequestrate al venditore abusivo, e accessori elettronici (soprattutto auricolari) privi dei requisiti di sicurezza. Entrambi gli indagati sono stati denunciati per commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Analoghi interventi sono stati condotti dalla Compagnia di Riposto e dalla Tenenza di Acireale sul litorale jonico e dell'acese. Sono stati sottoposti a sequestro circa 400 prodotti recanti il marchio contraffatto. In particolare, i militari della Compagnia di Riposto, in due distinte attività, lungo i litorali di Mascali e di Fiumefreddo di Sicilia, località Marina di Cottone, hanno sorpreso alcuni extracomunitari con due bustoni di plastica, tipici degli ambulanti abusivi. Il successivo controllo ha permesso di sottoporre a sequestro circa 300 prodotti, tutti rigorosamente recanti segni mendaci, tra scarpe, occhiali e borse. Mentre i finanzieri della Tenenza di Acireale hanno individuato un ambulante nella zona fra Acicastello e Acitrezza con una bancarella mobile intento nella vendita soprattutto di occhiali contraffatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento