Viabilità, anche Confesercenti boccia la rivoluzione del traffico

La Confesercenti ha richiesto l'abolizione del nuovo piano viario durante la riunione presso l'Assessorato alla viabilità

Dopo l'iniziativa di monitoraggio virtuale "Circoliamo!", contro la rivoluzione del traffico attivata lo scorso 3 settembre 2011, scende in campo anche la Confesercenti che chiede di ripristinare il vecchio tracciato. La Confesercenti - rappresentata dal presidente Innocenza Lombardo e dal direttore Salvo Politino -ha, infatti, richiesto l'abolizione del nuovo piano viario durante la riunione tenutasi presso l'Assessorato alla viabilità.

La problematica sollevata interessa i commercianti che " si ritengono danneggiati negli affari e denunciano un crollo del fatturato del 70 %", come dichiarato dal presidente Lombardo. Non cessano, pertanto, gli interrogativi e il disappunto sulla rivoluzione del traffico adottata.

L' istituzione di sensi unici e lo spostamento delle linee dei bus, infatti, continuano a non piacere a residenti e commercianti, che hanno chiesto in tutti i modi al sindaco Raffaele Stancanelli, all'assessore alla Mobilità, Alberto Pasqua e ai tecnici comunali, di rivedere il piano che, così concepito, viene considerato da molti la pietra tombale per il centro storico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento