Cronaca Borgo / Piazza Aldo Moro

Piazza Aldo Moro: arriva Green Point Hub, il modo verde di lavorare

Green Point Hub, così una cooperativa catanese scommette su ecosostenibilità e salute per andare oltre la crisi e rivitalizzare un quartiere tramite un nuovo centro polifunzionale

Investire in un nuovo modo di lavorare, basato su ecocompatibilità, salute, scambio e condivisione di conoscenza (knowledge management). Con un duplice obiettivo: superare la crisi e rivitalizzare un quartiere.

E’ su queste basi che la famiglia Giordano, già operante da due generazioni a Catania nel mercato del settore ufficio, in un momento di quasi recessione investe nel progetto Green Point IVM e apre in città un centro polifunzionale denominato <>, che va oltre il mondo dell’ufficio, il primo del genere in Sicilia.

HUB Green Point proporrà non solo prodotti e servizi per il mondo dell’ufficio Green Point IVM, ma anche un Green store, dove acquistare prodotti e accessori realizzati con materiali ecosostenibili.  Non solo, in un’ottica di condivisione della conoscenza e per realizzare una nuova visione del lavoro, HUB prevede anche uno spazio di accoglienza (Green Café) e una sala meeting multimediale da 50 posti attrezzata con le più attuali tecnologie. L’investimento – costato complessivamente diverse centinaia di migliaia di euro – rappresenta una scommessa sul luogo, ossia la rinascita del Centro di quartiere di piazza Aldo Moro, già sede dell’ex centro commerciale Vulcania.

"Green Point IVM – afferma Fabio Giordano, presidente della cooperativa Easyoffice, proprietaria di HUBè una scommessa su un futuro bello e sostenibile, in un luogo di lavoro dove si passano gran parte delle giornate e che per questo devono essere attrezzati pensando all’impatto ambientale, alla salute e, perché no, alla bellezza. Come sostenibile e bello vogliamo che sia Hub, un centro di aggregazione e scambio di conoscenza per chi lavora, un ambito di incontro che sia aperto al quartiere, lo rivitalizzi e interagisca con esso".

"Per superare la crisi - sostiene Enrico Vergani, ideatore del progetto Green Point e general manager IVM, azienda leader di settore, operante da oltre 60 anni a Lissone, in Brianza, che utilizza pannelli siglati EPFS, con la più bassa percentuale di emissioni di formaldeide, sostanza cancerogena e dannosa per la salute - bisogna andare controcorrente, investire, creare un nuovo modo di fare business basato su valori e strumenti credibili, innovativi, che migliorino l’intera catena del valore.  La filosofia di HUB, che aderisce al nostro progetto, si sposa perfettamente con la nostra"

Visual Green Point-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Aldo Moro: arriva Green Point Hub, il modo verde di lavorare

CataniaToday è in caricamento