Piazza Bellini: agenti inseguono rapinatore, ma era un attore

In piazza Bellini la scena del film horror "Endless Dark" si trasforma in un inseguimento vero con poliziotti in borghese. In quei frangenti concitati per fortuna nessuno ha premuto sul grilletto

Degli agenti in borghese hanno bloccato un “rapinatore” in fuga che correva in piazza Teatro Massimo con pistola in pungo e un sacco di plastica in mano. Che sorpresa alla fine scoprire che in realtà il rapinatore era un attore che stava girando la scena di un film.

I coraggiosi poliziotti in borghese pensavano di aver sventato una rapina vera, avevano visto fuggire l'uomo armato, con altri agenti alle calcagna, sempre attori, e d'istinto sono intervenuti buttandolo a terra ed immobilizzandolo.

Il poveretto, invece, era l'attore Fabio Boga, impegnato nelle riprese del film horror «Endless Dark» che il regista catanese Giorgio Bruno sta girando in questi giorni in città.

Prima di questo episodio così eclatante, in Questura erano arrivate altre segnalazioni curiose: qualche giorno fa, un uomo era stato visto uscire da una tabaccheria di via Asiago mentre impugnava una rivoltella, un' altra volta la segnalazione parlava di un signore che passeggiava tranquillamente in centro città con una busta di plastica piena di fucili. Adesso, ecco svelato il mistero.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Assessore Razza: "Sospetto caso positivo a Catania"

  • Operazione Thor, 23 omicidi di mafia commessi in 20 anni: 23 arresti

  • Giuseppe Torre, torturato e bruciato vivo: dopo 28 anni fatta luce sulla morte di un innocente

  • In arrivo oltre duecento assunzioni all'aeroporto di Catania

  • Mafia, omicidi e lupara bianca: i nomi degli arrestati

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

Torna su
CataniaToday è in caricamento