menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza dei Martiri, i cittadini: "Zone al buio, sporcizia e degrado"

Sono diverse le vie che si snodano dalla centrale piazza dei Martiri, da sempre abbandonate al degrado e all'incuria. In alcune strade, come in via Sorrentino, mancano le lampade dell'illuminazione pubblica e i cittadini vivono da anni al buio

Sono diversi i problemi che i cittadini che abitano nelle strade intorno alla centralissima piazza dei Martiri, da anni, lamentano alle diverse amministrazioni che si sono susseguite negli anni.

L'enorme piazzale, dove durante le festività agatine è possibile ammirare la cerimonia delle candelore - che giungono da via Vittorio Emanuele per porgere il loro saluto alla statua di Agata - ed i famosi 'fuochi do passiaturi', è abbandonato a se stesso: le mattonelle della pavimentazione sono parzialmente rimosse, il verde è poco curato, mancano gli attraversamenti da un lato e scarseggiano le panchine. 

Alcune strade della zona, come via Sorrentino, o la via Famà, in alcune parti si trovano al buio da anni a causa della mancanza di lampade della pubblica illuminazione. Come raccontano i cittadini il problema è stato più volte sollevato ma, fino ad oggi, poco o nulla è stato fatto. Con il risultato che un'intera area della città è sostanzialmente lasciata al degrado.

La presenza dei cassonetti prima di imboccare la via Dusmet - sempre aperti e semidistrutti - rende l'aria spesso irrespirabile ed altrettanto succede in via Cola-Pesce, alle spalle dell'aula-studio della Facoltà di Scienze Politiche, trasformata in una piccola discarica a cielo aperto. "Abbiamo chiesto l'intervento del Comune più volte - spiega una signora - almeno per ripristinare la luce nelle parti in cui manca, ci hanno sempre detto che avrebbero risolto ma ancora non si è visto nessuno". 

"La situazione in questa zona è ormai vergognosa - spiega Davide Ruffino, ex consigliere della prima circoscrizione - in passato abbiamo più volte segnalato all'ente le difficoltà dei cittadini, sia per quanto riguarda l'illuminazione che le condizioni dei cassonetti, ma ancora non abbiamo risposta. Speriamo che con l'avvento della nuova ditta, la Dusty, intanto si possa risolvere il problema dei rifiuti, noi siamo fiduciosi". "E' anche importante però che si faccia qualcosa per la luce - conclude il consigliere - è una questione di sicurezza e di dignità delle nostre strade, per i cittadini che vivono lì e per i turisti che vengono a visitare la nostra amata città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento