Mercato di piazza Eroi d'Ungheria, consigliere Zarbo: "Disagi e abusivi"

Il mercato storico settimanale che si svolge il giovedì a Nesima inferiore è diventato incontrollabile. Il consigliere di circoscrizione lancia l'allarme: "Gli abusivi creano disagi ai residenti e agli automobilisti, bloccano la viabilità di un intero quartiere"

Non è tenero il consigliere di circoscrizione Maurizio Zarbo sulla situazione del mercato di piazza Eroi d'Ungheria. "Il mercato settimanale storico di piazza Eroi d' Ungheria è formato per il 90% ormai da abusivi che invadono le strade limitrofe, questa situazione - dichiara il consigliere - oltre a creare disagi ai residenti e agli automobilisti bloccando la viabilità di un intero quartiere, crea diversi danni economici ai cittadini catanesi perchè la raccolta e il conferimento dei rifiuti organici in discarica e il successivo lavaggio dell'intera area gravano sulle tasche dei cittadini che ogni anno pagano al Comune una delle tasse con l'aliquota più alta d' Italia, la Tari".

Dalle foto si può notare come sulla strada vengano depositati rifiuti di ogni genere, anche buste colme di urina ci fa notare Zarbo e ironizza sarcasticamente: "Sono prodotti nostrani confezionati a mò di pacco regalo".

Poi l'attacco all'amministrazione Bianco: "La Catania delle periferie è ancora una città da terzo mondo dove gli attuali amministratori tagliano nastri e si fanno fotografare per la messa in sicurezza di un muretto, ma hanno gravi difficoltà a fare applicare le regole fondamentali di una società civile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento