Piazza Eroi d'Ungheria, residenti "ostaggi" del mercato e dei paninari

E' la denuncia fatta da Giovanni Fodale, presidente VII Municipalità. "La situazione ha senza dubbio superato il limite di tolleranza e civiltà, si chiede lo spostamento del mercato in un'area più ampia e meno esposta"

Ieri, mercato in Piazza Eroi d'Ungheria. Come ogni giovedì. Ma arriva una segnalazione da parte di Giovanni Fodale, presidente VII Municipalità. "La situazione ha senza dubbio superato il limite di tolleranza e civiltà- dichiara Fodale- Le peculiarità da mercato rionale sono state abbondantemente trascese. Sembra più una Casbah del paese di Aladino e nel senso meno nobile del termine.  Solo due vigili urbani presenti, sembra, peraltro,  con il  mandato di controllare soltanto la ristretta area mercatale, nel perimetro della piazza, occupata dai commercianti regolamentati".

"Il risultato è che, paradossalmente chi paga viene costantemente, si fa per dire, controllato - continua Fodale- e possibilmente sanzionato ed, invece, la stragrande maggioranza degli altri venditori, ovvero gli abusivi,  fa bella mostra della mercanzia nelle vie limitrofe, ovvero via Barsanti, via Torricelli, via Galvani, viale Mario Rapisardi, corso Indipendenza impuniti, in barba al fisco e senza alcun controllo e regola".

La denuncia del presidente della VII Municipalità continua e punta l'attenzione sugli abitanti della zona. "Specie in Piazza Eroi, il giovedì i residenti sono letteralmente ostaggio del mercato. Se devono uscire i loro automezzi possono farlo solo prima delle 6 e 30 del mattino o dopo le 14.00  perchè, nonostante in regola con il pagamento del passo carrabile, trovano di fronte ai loro garage bancarelle e perfino automezzi posteggiati sopra i marciapiedi. Mancano i servizi igienici e pare che, dopo la chiusura del mercato, gli operatori ecologici raccolgano, disgustati, buste di plastica con dentro urina ed escrementi".

Diversa, ma non migliore, la situazione in serata quando il problema diventano i "paninari" definiti da Fodale "impuniti" e "senza regole" : " La maggior parte di costoro  somministrano beni alimentari di ogni genere improvvisando “putie” all’aperto,  organizzando Karaoke e sembra perfino “feste di compleanno” in piena Piazza, senza alcun rispetto per i residenti e per gli orari".

In conclusione, "la VII Municipalità ha denunciato tale situazione e ha proposto dei suggerimenti tra i quali lo spostamento dello stesso mercato in un' area limitrofa più ampia e meno esposta a creare nocumento alle persone ed alla viabilità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento