Piazza Gandolfo, una panchina rossa per sensibilizzare contro il femminicidio

La Panchina Rossa vuole rappresentare un luogo di incontro e di confronto per riflettere ogni giorno su un fenomeno drammatico e inaccettabile, ma, purtroppo, in costante crescita negli ultimi anni

A piazza Gandolfo, nei pressi della Stazione Centrale, è stata presentata l'iniziativa volta a ricordare le donne uccise da mariti, fidanzati e compagni. Una panchina rossa come il colore del sangue versato dalle donne vittime di violenza. A dare le ultime pennellate lo scorso martedì mattina gli studenti del Liceo Artistico "Emilio Greco" di Catania, il vice sindaco Marco Consoli, il capo di gabinetto, Beppe Spampinato, il presidente della Prima Circoscrizione, Salvo Romano, il vice presidente della Quarta Circoscrizione, Maria Grazia Felicioli e altri consiglieri di circoscrizione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Panchina Rossa vuole rappresentare un luogo di incontro e di confronto per riflettere ogni giorno su un fenomeno drammatico e inaccettabile, ma, purtroppo, in costante crescita negli ultimi anni. Presenti alla cerimonia Giovanna Zizzo e Vera Squadrito, mamme rispettivamente di Laura Russo e Giordana Di Stefano, vittime di femminicidio, uccise rispettivamente a 11 e 20 anni, che hanno portato la loro testimonianza di dolore e sconforto, ma allo stesso tempo di grande speranza affinché certi episodi non accadano, intervenendo ai primi campanelli d’allarme: "Il fenomeno è ormai una triste realtà contemporanea che continua a riempire le pagine di cronaca nera. Si tratta non solo di casi isolati, ma molto spesso rappresentano una visione culturale sbagliata - spiegano -. Bisogna fare molto a livello di formazione. Vogliamo una seria prevenzione da iniziare fin dai banchi di scuola. Una corretta educazione di genere per instillare nell’animo dei discenti, il significato del rispetto per la persona. Manifestazioni come questa di oggi, della panchina rossa - concludono - sono molto importanti. Ma allo stesso tempo occorrono leggi adeguate a combattere il fenomeno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento