Piazza Grenoble, puntano la pistola contro il direttore del negozio e rubano 7 mila euro: presi

Il direttore cercando di sfuggire ai rapinatori, si è riparato all’interno di un vicino panificio inseguito da uno dei due che, armato di pistola, lo ha raggiunto ed è riuscito ad impossessarsi di una parte dell’incasso

Tre arresti a seguito delle indagini condotte dalla Questura di Catania sulla rapina aggravata ai danni del direttore e di un impiegato di una nota ditta di vendita di elettrodomestici avvenuta lo scorso 8 febbraio. 

In stato di fermo di indiziato di delitto Fazio Marcello pregiudicato, Giuffrida Cristian e Salici Maurizio perché tutti gravemente indiziati di rapina aggravata. Lo scorso 8 febbraio, infatti, intorno alle ore 10.30 circa, a seguito di una segnalazione telefonica pervenuta al 113, personale della Sezione Reati contro il Patrimonio “ Squadra Antirapina” si è recata nei pressi di piazza Grenoble dove, poco prima, era stata commessa una rapina ai danni del direttore dell'esercizio commerciale. 

IL VIDEO DELLA RAPINA

Nell’immediatezza, agli investigatori della Mobile giunti sul posto, la vittima ha riferito che, mentre si stava recando presso un istituto di credito per depositare l’incasso relativo alla settimana precedente, è stato avvicinato da due individui, viaggianti a bordo di un motociclo, i quali hanno tentato di impossessarsi del denaro. L’uomo cercando di sfuggire ai rapinatori, si è riparato all’interno di un vicino panificio inseguito da uno dei due che, armato di pistola, lo ha raggiunto ed è riuscito ad impossessarsi di una parte dell’incasso, oltre 7 mila euro, persa dalla vittima proprio all’interno dell’esercizio commerciale.

D’intesa con la Procura della Repubblica di Catania, gli uomini della sezione "Antirapina" hanno avviato immediatamente le indagini, partendo da un attento monitoraggio degli impianti di video-sorveglianza dei luoghi in cui era stato consumato il delitto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono state, pertanto, acquisite numerose immagini dalla cui attenta analisi sono stati dapprima individuati e successivamente identificati gli autori della rapina. Dalle indagini è emerso che Salici Maurizio e Giuffrida Cristian erano i due malviventi che a bordo del ciclomotore avevano tentato di rapinare il malcapitato; Giuffrida veniva individuato come il rapinatore armato che aveva inseguito la vittima all’interno del panificio sottraendogli la busta con il danaro. Fazio Marcello aveva avuto compiti di supporto ai due complici, fornendo lo scooter utilizzato per commettere la rapina. I tre, dopo le formalità di rito, sono stati condotti presso la casa circondariale di piazza Lanza a disposizione dell’Autorità giudiziaria

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento