Piazza Tricolore, denunciato un parcheggiatore abusivo per resistenza

L’uomo è stato deferito per i reati di violenza privata e per oltraggio, resistenza e minaccia nei confronti dei poliziotti

Nella giornata di ieri, i poliziotti del commissariato Borgo-Ognina, a seguito di una denuncia, hanno indagato in stato di libertà un parcheggiatore abusivo che è solito “esercitare” in piazza Tricolore; l’uomo è stato deferito per i reati di violenza privata e per oltraggio, resistenza e minaccia nei confronti dei poliziotti.

I fatti denunciati hanno avuto luogo nei giorni scorsi, quando due persone, a bordo della propria autovettura, hanno effettuano una breve sosta nella citata piazza; il posteggiatore abusivo, con gravi precedenti penali, li ha subito aggrediti verbalmente, intimandogli categoricamente di parcheggiare in una zona diversa da quella dove si trovavano, mostrando spregio per chi, legittimamente, fruisce degli spazi di sosta, nel rispetto del Codice della Strada. sosta.

I due utenti non voluto attenersi alle “disposizioni” del parcheggiatore, inducendo quest’ultimo a scagliarsi contro di loro con fare violento e minaccioso. Solo grazie all’intervento di un poliziotto libero dal servizio, la situazione non è degenerata. Nella giornata di ieri, detto l’uomo è stato nuovamente fermato nella medesima piazza e, durante il controllo, i poliziotti l’hanno invitato ad esibire i ricavi provenienti dall’esercizio abusivo dell’illecita attività, al fine sequestrare dette somme e contestare le ulteriori violazioni.

L’uomo, ancora una volta, è andato in escandescenza oltraggiando e inveendo contro i poliziotti rifiutandosi, tra l’altro, di consegnare il denaro alla Polizia di Stato. Condotto nei locali del Commissariato, l’uomo dovrà rispondere a un giudice per i reati contestatigli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento