Picanello, trovati oltre 140 chili di droga in una scuola: due arrestati

Gli agenti della squadra mobile hanno trovato in un vano ricavato nelle fondamenta di un edificio scolastico del rione un grosso quantitativo di marijuana che sul mercato avrebbe fruttato un milione di euro

Smantellato maxi traffico di droga nel quartiere di Picanello.La polizia ha tratto in arresto il pregiudicato Christopher Michele Cuffari, 25 anni e Davide Schillace, 57 anni,  per detenzione ai fini di spaccio di marijuana. Nell’ambito di un servizio volto ad frenare il fenomeno dello spaccio gli agenti della squadra mobile la sera del 10 gennaio scorso passando per il popolare quartiere hanno notato Cuffari, già conosciuto dai poliziotti,  transitare a bordo del proprio motociclo, nei pressi di un istitito scolastico e, dopo essersi soffermato a dialogare con individuo a bordo di auto, entrare poi con quest’ultimo all’interno della scuola.

Le immagini del sequestro - VIDEO

 Trascorsi pochi muniti, Cuffari si è allontanto dalla scuola a bordo dello scooter con una busta della spesa. Gli uomini della Mobile allora hanno deciso di fermarlo per un controllo, ma il giovane, alla vista dell’autovettura degli agenti, ha cercato di scappare e poi costretto a fermarsi, ha fatto cadere la busta. I poliziotti al suo interno hanno trovato due confezioni in plastica di colore scuro contenti due chili di marijuana.

L’autista dell’autovettura che nel frattempo era rimasto nel cortile della scuola, assistendo alle fasi del controllo, si è avvicinato agli agenti chiedendo se avessero bisogno di aiuto, ed indicando Cuffari come un estraneo che si era introdotto senza permesso all’interno della struttura e che, per questo motivo, era stato invitato ad uscire. Le affermazioni dell'uomo, poi identificato come Davide Schillace, sono risultate false e gli agenti hanno deciso di effettuare una perquisizione all’interno di un deposito di sua proprietà dove hanno trovato tre chilogrammi di marijuana.

In più gli agenti, in una sorta di bunker ricavato nelle fondamenta della costruzione, il cui ingresso era abilmente nascosto da una porta in metallo ad apertura scorrevole, hanno trovato dieci sacchi di plastica e due borsoni con 125 hilogrammi di marijuana oltre ad altre 13 confezioni dal peso complessivo di 16 chili nascosti all’interno di un frigorifero in disuso.

La droga sequestrata, dal valore commerciale di 150 mila euro, immessa nel mercato avrebbe fruttato un illecito guadagno pari a circa un milione di euro. Davide Schillaci e Christopher Michele Cuffari sono stati rinchiusi nel carcere di piazza Lanza, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Premiate le 14 migliori pizze della Sicilia orientale

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Vedono la polizia e scappano a 150 chilometri orari, arrestati

  • Cinque arancini gourmet: le ricette della quinta edizione di Chicchi riso e uva di Sicilia

  • Bucato profumato? Come pulire la lavatrice

Torna su
CataniaToday è in caricamento