Picanello, ritrovato dai carabinieri un fucile a canne mozze

L'arma era stata rubata nel 2015 in provincia di Reggio Calabria. Sarà a breve esaminata dagli esperti del Ris di Messina

La scorsa notte, i carabinieri di piazza Dante, impegnati in un servizio anticrimine nel popoloso quartiere del capoluogo etneo, hanno trovato , in un’aiuola di viale Ulisse, un pacco contenente un fucile cal. 20 marca “Antonio Zoili” a canne mozze. Gli accertamenti effettuati in banca dati dai militari, hanno consentito di stabilire che l’arma era stata rubata il 15 ottobre 2015 in una abitazione di Motta San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria.

Il fucile, posto sotto sequestro, nei prossimi giorni sarà inviato agli esperti del Ris di Messina che lo esamineranno per stabilirne l’eventuale utilizzo in precedenti episodi criminosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento