rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Giarre

Prima picchia la madre e poi lancia di tutto contro i carabinieri

Protagonista è un ventenne di Riposto che vessava la donna chiedendole soldi per la droga. E' stato bloccato e arrestato e adesso si trova a Piazza Lanza

I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Giarre hanno arrestato un 20enne di Riposto, accusato di maltrattamenti in famiglia, resistenza e violenza a pubblico ufficiale nonché evasione. I fatti sono accaduti in corso Europa: il giovane, già ai domiciliari, da circa un anno  vessava la povera madre 58enne per ottenere sempre più denaro utile all’acquisto della droga e ai

propri fabbisogni. Il diniego espresso dalla donna ha scatenato l’ira del 20enne che vi si è scagliato contro colpendola con calci e pugni, motivo per cui è dovuta ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Acireale i quali le hanno refertato dei traumi contusivi all’avambraccio e al polso. Fuggito in strada e in evidente stato agitazione, allo scopo di sottrarsi all’arresto dei carabinieri giunti in soccorso della donna, ha iniziato ad ingiuriarli per poi scagliare al loro indirizzo vasi di
terracotta e arnesi di ogni tipo. I militari, utilizzando uno spray al peperoncino sono riusciti ad immobilizzarlo ed ammanettarlo. L’arrestato si trova adesso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima picchia la madre e poi lancia di tutto contro i carabinieri

CataniaToday è in caricamento