Picchia e minaccia i genitori: voleva soldi per la droga, arrestato

Calvario finito per una coppia di 60enni tenuti in ostaggio dal figlio disoccupato di 36 anni

"Se non mi date i soldi vi stacco la testa". Era questa una delle tante minacce rivolte da un 36enne disoccupato di San Giovanni La Punta ai genitori 60enni per chiedere soldi utili a comprare la droga. I familiari lo hanno denunciato ai carabinieri e il calvario è terminato con l'arresto dell'uomo con le accuse di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

È stata la madre la scorsa notte a chiedere aiuto ai militari della stazione di San Giovanni La Punta.  Il figlio, per l’ennesima volta, al minimo diniego espresso dai genitori in merito all’elargizione di denaro utile all’acquisto di droga, aveva lanciato con forza una sedia sulle gambe del padre, sul quale successivamente si era avventato cercando di soffocarlo cingendogli le mani al collo. Finita l’aggressione al padre ha assalito la madre, ntervenuta in soccorso del marito, alla quale sferrava una gomitata sullo sterno riuscendo a strapparle con forza il cellulare dalle mani, utilizzato per chiedere aiuto ai carabinieri.

La telefonata ha consentito ai militari di intervenire immeditatamente in casa delle vittime dove si è provveduto a bloccare ed ammanettare l'uomo e i coniugi, per le lesioni patite, sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari della guardia medica di
via Santa Maria La Grande a Catania. L'arrestato si trova nel carcere di piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento